5 yoga per migliorare la qualità della vita

L’incidenza della sindrome di Down è compresa tra 1 su 1.000 e 1 su 1.100 nati vivi in ​​tutto il mondo. Un esperto ti dice come lo yoga può aiutare.

La Giornata Mondiale della Sindrome di Down 2022, celebrata ogni anno dalle Nazioni Unite, ha lo scopo di consentire alle persone di tutto il mondo di essere consapevoli di questo disturbo genetico. Sebbene questa condizione possa causare disabilità intellettiva e fisica e problemi medici associati, alcune posizioni yoga possono aiutare a migliorare la qualità della vita tra le persone che la combattono.

Cos’è la sindrome di Down?

La sindrome di Down è una malattia genetica causata da una divisione cellulare anormale. L’anomalia nella divisione cellulare è che si traduce in una copia extra completa o parziale del cromosoma 21. A causa di questo materiale genetico aggiuntivo, ci sono cambiamenti dello sviluppo e caratteristiche fisiche che caratterizzano la sindrome di Down.

Le persone che combattono la sindrome di Down hanno bisogno di cure e supporto. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

La sindrome di Down causa disabilità intellettiva permanente e ritardi nello sviluppo. Questo disturbo genetico comune varia in gravità tra gli individui e porta a difficoltà di apprendimento nei bambini.

Lo yoga può aiutare le persone con sindrome di Down?

Pratiche come lo yoga che rafforzano la consapevolezza e altre tecniche delicate come la respirazione, ecc. possono migliorare notevolmente la qualità della vita dei bambini che soffrono di questo disturbo per vivere una vita appagante.

Sintomi

I bambini e gli adulti con sindrome di Down possono mostrare caratteristiche facciali distinte. Sebbene non tutti con la sindrome di Down abbiano le stesse caratteristiche, alcune caratteristiche comuni sono le seguenti:

* Viso appiattito
* Testa piccola
* Collo corto
* Lingua sporgente
* Orecchie dalla forma insolita o piccole
* Scarso tono muscolare
* Dita corte e mani e piedi piccoli
* Eccessivamente flessibile
* Di altezza ridotta

Posizioni yoga per combattere la sindrome di Down

1. Murcha Pranayam

Metodo

* Siediti in una posizione comoda. Scegli tra Sukhasan, Ardhapadmasan o Padmasana, Vajrasana ecc.
* Tieni la schiena dritta e chiudi gli occhi
* Palmi in ginocchio rivolti verso l’alto (in Prapthi Mudra)
* Abbassa la testa per raggiungere il mento verso il petto
* Inspira attraverso il naso e riempi i polmoni di aria
* Alza la testa e appoggia la testa sulle spalle
* Apri la bocca senza espirare
* Trattieni il respiro il più a lungo possibile
* Dopo aver trattenuto il respiro per un po’, chiudi la bocca, piega la testa in avanti, allunga il mento verso il petto ed espira

Durata: Non ripetere più di 3 volte in una volta.

Benefici

* Può prevenire l’insorgenza di malattie genetiche alterando la struttura del DNA.
* Fornisce al praticante sottili sensazioni di euforia.
* Aumenta l’energia mentale del praticante.

Leggi anche: Lo studio suggerisce che i bambini con sindrome di Down hanno un rischio maggiore di leucemia

surya namaskarSurya Namaskar. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

2. Gyan Mudra

Passi

* Siediti in una posizione comoda. Scegli tra Sukhasan, Ardhapadmasan o Padmasana, Vajrasana ecc.
* Puoi anche esercitarti in piedi nella posizione della montagna se non sei in grado di sederti.
* Tieni la schiena, il petto e la testa dritti.
* Rilassa tutto il corpo e metti le mani sulle ginocchia verso l’alto.
* Ora piega l’indice di entrambe le mani sul pollice unendo la punta dell’indice con la punta del pollice. Lascia le restanti tre dita estese.
* Mantieni questa disposizione delle dita
* Metti le mani sulle ginocchia rivolte verso l’alto.
* Rilassati e chiudi gli occhi dolcemente
* Concentrati sul respiro.
* Respira profondamente per ottenere un senso di leggerezza nella tua Chitta (o coscienza).

3. Dhyan Mudra

* Siediti in una posizione comoda. Scegli tra Sukhasan, Ardhapadmasan o Padmasana, Vajrasana ecc.
* Puoi anche esercitarti in piedi nella posizione della montagna se non sei in grado di sederti.
* Tieni la schiena, il petto e la testa dritti.
* Rilassa tutto il corpo e metti le mani sulle ginocchia verso l’alto.
* Ora unisci le mani in grembo. Metti la mano destra all’interno della mano sinistra con i palmi rivolti verso l’alto.
* Modellare la ciotola delle mani.
* Entrambi i pollici dovrebbero toccarsi, formando un triangolo.
* Le dita sono estese.
* Le tue mani devono essere posizionate all’altezza dello stomaco o delle cosce.
* Rimuovere tutti i pensieri dalla mente deve focalizzare la mente solo su OM.

vajrasanaGli esercizi di respirazione possono aiutare. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. Surya Namaskar

Surya Namaskar ha un numero totale di 8 asana che scorrono in una sequenza con 12 passaggi per ciascuno dei lati: destra e sinistra. Ricorda che quando inizi il Surya Namaskar, devi sempre iniziarlo prima dal lato destro. Questo perché l’energia del sole è rappresentata simbolicamente attraverso questo lato. Un ciclo completo copre entrambi i lati, ed è composto da 24 conteggi.

5. Chandra Namaskar

Chandra Namaskar ha un numero totale di 9 asana che scorrono in una sequenza con 14 passaggi per ciascuno dei lati: destra e sinistra. Ricorda che quando inizi il Chandra Namaskar, devi sempre iniziarlo prima dal lato sinistro. Questo perché l’energia della luna è rappresentata simbolicamente attraverso questo lato. Un ciclo completo copre entrambi i lati, ed è composto da 28 conteggi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.