9 fatti sulla salute dei reni che devi conoscere

Nella Giornata mondiale del rene 2022, ti portiamo attraverso 9 fatti sulla salute dei reni. Un esperto affronta le preoccupazioni comuni.

La Giornata mondiale del rene si celebra ogni anno il secondo giovedì di marzo per aumentare la consapevolezza sul ruolo che i reni svolgono nella nostra salute generale. Inoltre, attira l’attenzione sui crescenti disturbi legati ai reni in tutto il mondo. E mentre a livello globale, le chiacchiere sulla necessità di prestare attenzione ai reni si stanno diffondendo, abbiamo pensato di condividere le risposte ad alcune delle domande più frequenti sulla salute dei reni.

Il dottor Vijay Kher, presidente dell’Istituto di nefrologia, rene e urologia, ospedale di Medanta, ha affrontato queste domande per HealthShots.

9 fatti sulla salute dei reni

1. Come fai a sapere se soffri di malattie renali?

Occhi e piedi gonfi, sangue o proteine ​​nelle urine (urina schiumosa), pressione sanguigna alta, anemia, mancanza di respiro, ritenzione di liquidi, diminuzione/aumento della produzione di urina, nausea, vomito, crampi muscolari, prurito e secchezza della pelle e perdita di l’appetito sono alcuni dei segni che indicano che una persona potrebbe soffrire di malattie renali.

2. Come si esegue il test per le malattie renali?

Un esame del sangue, che misura il livello di prodotto di scarto (creatinina) e urina, determina l’entità del danno alla funzione renale. Età, taglia, sesso ed etnia vengono presi in considerazione quando si calcola la velocità di filtrazione glomerulare (eGFR, una misura della funzionalità renale). La funzione normale è eGFR > 90 ml/min. Nella malattia renale cronica, c’è una progressiva diminuzione dell’eGFR.

L’altra misura del danno renale consiste nel determinare la quantità di albumina urinaria misurata dall’albumina urinaria delle 24 ore o dal rapporto creatina albumina urinaria.

3. Quali sono le principali cause di malattie renali?

La malattia renale è causata principalmente dal diabete a lungo termine e dall’ipertensione incontrollata (che non è stata curata per un lungo periodo). A pochi pazienti vengono anche diagnosticate condizioni come glomerulonefrite, calcoli renali, danno renale indotto da farmaci e cisti nei reni. La crescita incontrollata di questi si traduce nel tempo in malattie renali croniche e insufficienza renale.

Leggi anche: 5 segni di malattie renali da non ignorare

Diabete e ipertensione possono portare a disturbi renali! Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. Quali cibi dovresti evitare per il bene dei tuoi reni?

Se soffri di malattie renali, consulta il tuo medico e dietista per le tue esigenze nutrizionali. Si dovrebbero evitare cibi ad alto contenuto di sodio, limitare l’assunzione di elevate quantità di potassio.

Le proteine ​​sono comunemente limitate nei pazienti con rene cronico in quanto possono esercitare pressione sui reni. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto solo nei pazienti che consumano proteine. In India la popolazione normale consuma meno proteine ​​(0,8 g/kg di peso corporeo), che è ciò di cui hanno bisogno i pazienti con insufficienza renale cronica. Non raccomandiamo la restrizione proteica nei pazienti indiani poiché la malnutrizione è molto comune nei pazienti con insufficienza renale cronica e comporta seri effetti avversi nella insufficienza renale cronica. Quindi assumere calorie adeguate (35 kcal/kg e proteine ​​0,7 gm/kg di peso corporeo).

Inoltre, evita di consumare avocado, cibi in scatola, pane integrale, riso integrale, banane, succhi di frutta.

Leggi anche: Ecco 6 cattive abitudini comuni che possono danneggiare i tuoi reni

cibi da evitare per la salute dei reniL’avocado deve essere evitato se hai un problema ai reni. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

5. Quali sono le opzioni di trattamento disponibili per l’insufficienza renale?

Un trapianto di rene è il miglior trattamento per i pazienti con insufficienza renale in termini di longevità, qualità e rapporto costo-efficacia, ma può essere eseguito quando è disponibile un donatore deceduto o vivente. La dialisi è l’altra opzione di trattamento per l’insufficienza renale. Non può curare la condizione, ma può aiutare a migliorare la qualità della vita e ad allungarne la durata.

Esistono due tipi di dialisi:

* L’emodialisi viene eseguita per rimuovere i rifiuti e le tossine dal sangue con l’aiuto di una macchina esterna.

* La dialisi peritoneale è un’altra opzione di gestione che filtra i rifiuti, utilizzando il rivestimento dell’addome chiamato peritoneo come filtro. Quest’ultimo viene solitamente eseguito quotidianamente dai pazienti (dopo l’allenamento) a casa.

6. Quali sono le diverse fasi dell’insufficienza renale? In quale fase è necessaria la dialisi?

Ci sono cinque fasi della malattia renale cronica in base alla velocità di filtrazione glomerulare.

Fase 1: GFR normale o alto (GFR > 90 ml/min) – Il rene funziona normalmente, ma alcuni sintomi possono essere soggetti a malattie renali

Fase 2: malattia renale cronica lieve (GFR = 60-89 ml/min) – Il rene funziona lentamente, i segni diventano leggermente visibili

Fase 3A: malattia renale cronica moderata (GFR = 45-59 ml/min) – Funzionalità renale moderatamente ridotta. In questa fase, le funzioni dei tuoi reni sono ridotte della metà

Fase 3B: malattia renale cronica moderata (GFR = 30-44 ml/min) – Funzionalità renale moderatamente ridotta. In questa fase, le funzioni dei tuoi reni sono ridotte della metà

Fase 4: Malattia renale cronica grave (GFR = 15-29 ml/min) –

Fase 5: Malattia renale cronica allo stadio terminale (GFR <15 ml/min) – Questo è lo stadio dell'insufficienza renale.

L’albumina urinaria viene aumentata in molte di queste fasi. Un trapianto di rene o una dialisi è necessario nella fase 5 quando si sviluppano i sintomi.

salute dei reniI tuoi reni hanno bisogno di cure. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

7. Quali sono i farmaci da evitare con la malattia renale cronica?

Tutti i farmaci che prendi devono passare attraverso il rene per filtrare le sostanze chimiche per entrare nel corpo. Si consiglia di evitare l’uso di farmaci antinfiammatori, medicinali a base di erbe, integratori alimentari, ecc. in quanto potrebbero esercitare pressione sui reni. L’automedicazione non è l’opzione giusta se si soffre di una malattia renale cronica. Verificare con il proprio nefrologo prima di assumere qualsiasi farmaco da banco.

8. Oltre alla dieta, quali sono i cambiamenti nello stile di vita su cui dovremmo concentrarci per controllare la malattia renale cronica?

Si può prevenire e controllare le malattie renali seguendo una routine sana che mantiene sani il corpo e i reni:

* Controllare e monitorare la glicemia e la pressione sanguigna
* Rimanere fisicamente attivi
* Evitare attività malsane come il fumo e l’alcol eccessivo
* Evitare lo stress
* Sonno adeguato
* Esercizio fisico e una dieta sana con verdure e frutta adeguate
* Mantenimento di un peso adeguato

9. Che cos’è l’anemia e come è correlata alle malattie renali?

L’anemia è una malattia causata dalla diminuzione dei globuli rossi che sono responsabili del trasporto di ossigeno nel corpo. Una mancanza di globuli rossi nel corpo porta a affaticamento, mancanza di respiro, malattie cardiache, ecc. I reni sono responsabili della formazione di globuli rossi nel corpo attraverso la secrezione dell’ormone chiamato eritropoietina Con la persistenza della malattia renale cronica, il il rene diventa incapace di formare eritropoietina e globuli rossi tonificanti. Pertanto, c’è un’alta probabilità che le persone con questa condizione soffrano di anemia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.