Come affrontare l’obesità infantile? Una guida per i genitori

In vista della Giornata mondiale dell’obesità 2022, uno studio ha esaminato come il rischio di genitorialità infantile può essere ridotto da una genitorialità positiva.

Se le stime globali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sono qualcosa su cui basarsi, nel 2019 circa 38,2 milioni di bambini di età inferiore ai 5 anni erano in sovrappeso o obesi. Inoltre, quasi la metà dei bambini sotto i 5 anni che erano in sovrappeso o obesi nel 2019 viveva in Asia. Quel numero è solo in aumento, data la mancanza di attività all’aperto in cui i bambini hanno avuto la possibilità di impegnarsi da quando la pandemia di Covid-19 ha colpito il mondo. Ma ora un nuovo studio ha scoperto che la lotta contro il rischio e l’incidenza dell’obesità infantile può avvenire con una genitorialità positiva, interazioni calorose e offrendo a un bambino un ambiente buono e sano.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Pediatrics, si intitola ‘Family Psychological Assets, Child Behavioral Regulation, and Obesity. Dopo aver analizzato i dati di oltre 1.000 coppie madre-bambino, i ricercatori hanno scoperto che l’esposizione precoce di un bambino a un buon ambiente domestico, il calore emotivo della madre e la capacità del bambino di autoregolare le indulgenze, hanno svolto un ruolo nel ridurre il rischio di sviluppare l’infanzia obesità.

Le abitudini alimentari sane iniziano fin dall’infanzia. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Mentre le risorse psicologiche della famiglia hanno un impatto sul comportamento dei bambini, sul successo scolastico e sulla carriera, i ricercatori hanno ritenuto che questi fattori possano anche proteggere i bambini dall’obesità infantile, ha osservato Brandi Rollins, assistente professore di ricerca sulla salute biocomportamentale.

Qual è il legame tra genitorialità positiva e rischio di obesità infantile?

Secondo la ricerca, se i genitori si dedicano a una genitorialità reattiva rispondendo ai bambini in modo tempestivo, sensibile e adeguato all’età, ciò può avere un impatto positivo sul bambino.

“Alcuni fattori di rischio, come la povertà delle famiglie, possono essere molto difficili da cambiare. Asset, invece, forse più facili da costruire. Le persone possono imparare a fare i genitori in modo reattivo. È incoraggiante che la genitorialità sia davvero importante, che la famiglia sia importante”, ha detto Rollins.

L’obesità infantile deve essere presa sul serio in quanto non solo ha un impatto fisico sui bambini, ma ha anche un impatto sulla loro salute mentale. Può innescare un senso di bassa autostima, ansia sociale e persino disturbi dell’umore.

Bisogna capire che o un bambino ha ereditato l’obesità o è successo a causa di un ambiente malsano in cui non c’è o manca il controllo su ciò che consumano.

I genitori devono favorire buone abitudini alimentari e di vita da cui i bambini possono assimilare.

Leggi anche: L’obesità infantile ha bisogno di attenzione. Segui questi suggerimenti per tenere sotto controllo il peso dei bambini

abitudini alimentari sane per i bambiniScegli la frutta e il cioccolato per i tuoi bambini! Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Come prevenire l’obesità infantile?

* Incoraggiarli a mangiare in modo più sano consumando frutta, verdura, cereali integrali e carni magre. Prepara un piano alimentare adeguato alle loro esigenze.

* Diventa innovativo e sostituisci frullati o gelati con frullati di frutta e verdura.

* Controlla le loro dimensioni delle porzioni.

* Tieni sotto controllo le etichette degli alimenti.

* Tieni fuori dalla loro portata le bevande zuccherate e i fast food.

* Inculcare un regime di esercizio adeguato.

(Con input da ANI)

Leave a Reply

Your email address will not be published.