Come prendersi cura di un bambino con autismo

Un bambino è sempre speciale. Pertanto, per sensibilizzare sulla Giornata mondiale dell’autismo, ecco alcuni modi per prendersi cura di un bambino con autismo.

Come genitore, apprendere che tuo figlio ha o potrebbe avere un disturbo dello spettro autistico (ASD) può essere un’esperienza impegnativa. Ci saranno molti pensieri e preoccupazioni per il futuro e, allo stesso tempo, cose che devi fare per assicurarti che tuo figlio non soffra. Sebbene comprendiamo che una diagnosi di ASD può sembrare molto difficile, i progressi in questo campo hanno fatto molta strada. Considerando che, anche una persona a cui è stata diagnosticata questa condizione può vivere una vita lunga e sana.

Questi sono cinque modi in cui ogni genitore può aiutare un bambino con autismo:

1. Non aspettare una diagnosi finale

Se un bambino mostra sintomi di ASD o relativi ritardi nello sviluppo, la cosa migliore da fare è iniziare il trattamento il prima possibile. Non aspettare mai di vedere se tuo figlio recupererà più tardi o supererà il problema. Anche una diagnosi ufficiale non è necessaria. Prima i bambini con autismo iniziano il loro processo di trattamento, migliori sono i risultati. L’intervento precoce è il modo più rapido ed efficace per migliorare lo sviluppo di un bambino e ridurre i sintomi dell’autismo nel tempo.

2. Dai al tuo bambino struttura e stabilità

La coerenza è fondamentale nella vita di un bambino con autismo. I bambini con questa condizione generalmente hanno difficoltà ad applicare ciò che hanno imparato in un ambiente (come la scuola o l’ufficio del terapeuta) ad altri come a casa. Ad esempio, un bambino potrebbe usare la lingua dei segni per comunicare a scuola ma non a casa. Pertanto, creare coerenza nell’ambiente di apprendimento è molto importante in quanto li aiuterà a rafforzare lo stesso comportamento in tutti i luoghi.

Non isolare i bambini con autismo. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Un modo eccellente per farlo è capire dal terapeuta cosa viene insegnato al bambino e fare lo stesso a casa o insegnare a un bambino le stesse cose in ambienti/luoghi diversi. È altrettanto fondamentale che il genitore sia coerente nell’interazione con il bambino e affronti comportamenti difficili, come i capricci e il cattivo comportamento.

3. Premiare un buon comportamento

I rinforzi positivi sono importanti per qualsiasi bambino e ancor di più per i bambini con ASD, quindi cerca di premiare tutte le cose che stanno facendo bene. Elogiali per il loro comportamento eccellente o quando imparano rapidamente una nuova abilità. Dare loro un adesivo o lasciarli giocare con un giocattolo preferito sono anche ottimi modi per premiare un comportamento appropriato.

4. Entra a far parte di un gruppo di supporto per i genitori che hanno figli con autismo

Se non l’hai già fatto, unisciti a un gruppo di genitori che supporta i bambini autistici. Farai connessioni inestimabili per aiutarti ad affrontare gli aspetti difficili della genitorialità di un bambino con questa condizione. È una buona idea trovare genitori di bambini con il livello di autismo di tuo figlio in modo da poter condividere l’esperienza insieme, dove puoi imparare qualcosa di nuovo e allo stesso tempo trovare supporto per i momenti difficili.

bambini con autismoIl ruolo della nutrizione non può essere enfatizzato abbastanza, quando si tratta di affrontare l’autismo. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

5. Presta attenzione alle sensibilità sensoriali di tuo figlio

La maggior parte dei bambini con autismo è ipersensibile alla luce, al suono, al tatto, al gusto e all’olfatto. Alcuni bambini sono “sottosensibili” agli stimoli sensoriali dell’altro spettro. È fondamentale determinare quali immagini, suoni, odori, movimenti e sensazioni tattili attivano i comportamenti “cattivi” o distruttivi di tuo figlio. Quale ambiente li induce a comportarsi in modo appropriato? Cosa trova stressante tuo figlio e cosa trova calmante? Quando capirai cosa colpisce tuo figlio, sarai in una posizione migliore per anticipare i problemi, prevenire situazioni che causano difficoltà e creare esperienze di successo per tuo figlio e la tua famiglia.

In conclusione, ricorda che è estremamente importante che tu ti prenda cura di te stesso e della tua salute come genitore. L’autismo è una maratona, non uno sprint: devi a te stesso e al tuo bambino essere integro, sano e felice, quindi assicurati di fare tutto il necessario per arrivarci. Se ti senti sopraffatto, chiedi aiuto e cerca una terapia se necessario, poiché ti fornisce un posto sicuro dove sfogare i tuoi sentimenti senza ferire nessuno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.