È possibile una gravidanza dopo la menopausa? Ecco cosa dice un esperto

La gravidanza dopo la menopausa può sembrare strana a molte donne, ma ora può essere una realtà. Continua a leggere per saperne di più.

La signora Priya (nome cambiato) voleva concepire, ma la menopausa l’ha colpita dieci anni fa. Il suo utero di piccole dimensioni rendeva difficile trasportare il bambino nel grembo materno. Ecco perché è stata sottoposta a più cicli di ormoni estrogeni-progesterone, ha effettuato controlli mensili e le dimensioni del suo utero sono state monitorate continuamente. Fortunatamente, oggi la gravidanza dopo la menopausa è possibile, grazie all’introduzione di diverse tecniche mediche come il congelamento degli ovuli o il ringiovanimento ovarico.

Il sistema riproduttivo di una donna a 50 anni non è simile a quello dei suoi 20 e 30 anni. Il normale periodo riproduttivo di una donna inizia alla pubertà e termina alla menopausa. Dopo la menopausa, le donne non possono concepire naturalmente. Questo perché, con l’aumentare dell’età, il tasso di fertilità e la qualità e la quantità degli ovuli iniziano a diminuire, con conseguente diminuzione delle possibilità di concepire. La menopausa può verificarsi in qualsiasi momento tra i 40 e i 52 anni di età, variando da individuo a individuo.

La pianificazione preliminare e il congelamento delle uova prima della menopausa possono aiutare. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Il requisito fondamentale per rimanere incinta è avere un uovo e uno sperma. Se non ci sono uova nelle ovaie, la gravidanza non è possibile. La menopausa si verifica quando una donna non ha sanguinato negli ultimi 12 mesi. C’è una barriera all’orologio biologico di uomini e donne. Tuttavia, queste barriere possono essere superate con diversi trattamenti per la fertilità.

Come si può concepire dopo la menopausa?

La gravidanza è possibile dopo la menopausa se la donna sceglie di congelare gli ovuli o gli embrioni in giovane età e li usa più tardi per rimanere incinta. Le donne possono anche usare gli ovuli di donatori per concepire. Inoltre, il ringiovanimento ovarico è un altro metodo che è ancora in fase di sperimentazione ma ha già creato clamore.

Ecco una spiegazione delle diverse procedure disponibili per le donne:

1. Congelamento di uova/congelamento di embrioni

Uno dei modi migliori per le donne di preservare la loro fertilità è il congelamento delle uova. Le donne possono congelare i loro ovuli tra i 20 ei 30 anni e usarli quando sono pronte a concepire. Il metodo garantisce che gli ovuli congelati siano di buona qualità e darà maggiori possibilità di una gravidanza di successo. Il congelamento degli embrioni è un altro metodo in cui sia l’uovo che lo sperma vengono fecondati in un laboratorio, congelati e quindi trasferiti nell’utero della donna, nella speranza di una gravidanza.

Sia il congelamento degli ovuli che il congelamento degli embrioni si sono dimostrati efficaci nel concepire un bambino dopo la menopausa.

congelamento delle uovaI progressi tecnologici hanno cambiato il gioco della fertilità. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

2. Ovociti donati

Le donne che non riescono a rimanere incinte con i loro ovuli possono ricevere ovuli da un donatore. La fecondazione in vitro con ovuli donati ha molto successo tra le donne, che affrontano un’insufficienza ovarica prematura o non riescono a congelare gli ovuli in giovane età.

3. Ringiovanimento ovarico

Questo è un metodo recentemente avviato in cui alle ovaie delle donne viene iniettato plasma ricco di piastrine (PRP), preparato dal suo sangue. Questo viene fatto per stimolare la produzione naturale di ormoni e ripristinare la propria fertilità per rilasciare uova nuove e sane. Tuttavia, ci sono meno prove sul successo o meno della procedura. Molti esperti suggeriscono ancora che il trattamento non dovrebbe essere offerto in tutte le cliniche per la fertilità.

Rischi e complicanze della gravidanza post-menopausa

Sebbene la gravidanza post-menopausa sia possibile, rientrano nella categoria ad alto rischio. Difetti alla nascita e problemi genetici sono bassi nelle gravidanze di ovuli da donatore. Tuttavia, le donne sono inclini a sviluppare problemi di salute e complicazioni legate alla gravidanza come l’ipertensione e il diabete gestazionale. L’ipertensione incontrollata può causare complicazioni sia per la madre che per il bambino. Inoltre, il controllo della glicemia è significativamente importante durante questo periodo. C’è un rischio maggiore di avere un aborto spontaneo e parto prematuro negli anni ’40 e ’50.

Le coppie dovrebbero tenere a mente il benessere del proprio figlio prima di concepire. Se le donne concepiscono intorno ai 50 anni, è più probabile che il loro bambino abbia genitori più anziani in una fase molto precoce della loro vita. Pertanto, le questioni etiche relative all’ART dovrebbero essere tenute presenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.