Ignorare la carie dentale per troppo tempo? Questo è ciò che può succedere

Inutile dire che i controlli dentistici regolari sono d’obbligo. Ma se hai una carie dentale, è assolutamente una cattiva idea ignorarla.

Le malattie orali sono un serio problema di salute pubblica in molte nazioni e hanno un’influenza dannosa a lungo termine sulle persone. I disturbi orali causano dolore e disagio, nonché isolamento sociale e perdita di autostima. Sono anche spesso collegati a problemi di salute più importanti. Tuttavia, non c’è bisogno di soffrire: la maggior parte dei problemi di salute orale sono generalmente prevenibili e curabili nelle loro fasi iniziali. Soprattutto non dovresti ignorare una cavità dentale.

Qual è la causa di una carie dentale?

I denti sono costituiti da complessi minerali tra cui calcio e fosfati. Quando si mangia cibo appiccicoso (che include carboidrati fermentabili), i batteri presenti nella placca (un biofilm aderito ai denti) fermenta i carboidrati appiccicosi producendo acidi come sottoprodotti. Quando questi acidi entrano in contatto prolungato con i denti, i denti iniziano a perdere i minerali e formano cavità. Le cavità inizialmente sono di colore bianco gesso una volta essiccate e lentamente virano dal marrone al nero. Non appena si forma una cavità, inizia a intrappolare più cibo e vengono prodotti più acidi e si forma un circolo vizioso che porta all’approfondimento delle cavità e ad ulteriori sintomi come sensibilità e mal di denti.

La maggior parte delle cavità iniziali non provoca dolore o altri sintomi e può essere vista semplicemente come macchie scolorite o da marroni a nere sul dente. Quindi, un attento autoesame e un regolare controllo dentale possono aiutare a scoprire tali carie. Trattarli precocemente pulendo la cavità e posizionando un restauro adeguato.

Leggi anche: 10 regole per denti bianchi forti e scintillanti

Cosa accadrà se non tratti la cavità?

Se ti capita di ignorare i punti neri, alla fine caviteranno e inizieranno a dare sensibilità ai cibi caldi e freddi, all’alitosi e al dolore che inizialmente potrebbe essere occasionale. A volte, il dolore può essere molto intenso e disturbare anche il sonno.

In quel momento, dovrai visitare un dentista e fare una radiografia del dente. Il dentista visualizzerà la radiografia e consiglierà se il dente può essere salvato o deve essere rimosso. Se il dente può essere salvato, avrai bisogno di un trattamento canalare.

La procedura di pulizia dei canali che compongono la radice del dente è nota come terapia canalare. Un trattamento canalare è una tecnica che consente al paziente di mantenere un dente che altrimenti dovrebbe essere estratto. Quando il tessuto pulpare (nervo) all’interno del dente si ammala e si danneggia irreparabilmente, è necessario questo tipo di trattamento.

Non ignorare la carie. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Se prendi ancora gli antidolorifici da banco e non vai dal dentista, l’infezione all’interno del dente può diffondersi all’osso e potresti avere un gonfiore (ascesso) che può essere piccolo (appena vicino alle gengive) a grande (visto su le guance del viso o sotto gli occhi e la mascella inferiore).

In questa fase, diventa più difficile salvare il dente man mano che l’infezione si diffonde. Il tuo dentista può fare una radiografia e potrebbe anche drenare l’infezione sotto un’iniezione di anestetico locale.

Se il dente può essere salvato o deve essere rimosso, il medico ti darà un ciclo di antibiotici e medicinali antinfiammatori e rivaluta dopo alcuni giorni.

Quando è necessaria un’estrazione dopo una carie dentale?

Dopo una valutazione approfondita, se il tuo dentista ha suggerito di farti estrarre il dente, è probabilmente dovuto a uno dei seguenti motivi:

* Il tuo dente ha molte più infezioni di quelle che possono essere gestite da un trattamento canalare.

* Potresti aver perso l’intera altezza della corona a causa della carie e la struttura del dente rimanente potrebbe non essere sufficiente per supportare un trattamento canalare e una corona.

* Il tuo dente potrebbe essere anatomicamente diverso (potrebbe avere canali curvi o calcificati o ostruzioni nei canali)

* Non avresti rispettato il programma degli appuntamenti fornito dal tuo dentista.

mal di dentiCerca di capire perché i tuoi denti fanno male. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Perché sono importanti i controlli dentistici regolari?

La salute dentale varia da persona a persona. Tuttavia, anche se la tua bocca è in perfetta forma, dovresti vedere un dentista una o due volte l’anno, in modo da poter pulire regolarmente i denti in modo professionale e preservare una buona salute orale. Chi non vuole denti bianco perla!

Il modo migliore per garantire una bocca sana è seguire una dieta equilibrata e visitare regolarmente il dentista, mantenendo la routine di igiene orale con spazzolatura due volte al giorno e filo interdentale una volta al giorno.

Il filo interdentale è in gran parte trascurato in quanto richiede destrezza manuale per farlo correttamente. Al giorno d’oggi, gli idropulsori sono diventati più popolari, il che ha risolto il problema delle abilità richieste per l’uso manuale del filo interdentale. Proteggiti dai problemi che possono avanzare rapidamente discutendo queste domande con il tuo dentista.

Leave a Reply

Your email address will not be published.