Le protesi mammarie possono esplodere in aereo o sono sicure?

Mentre c’è molto chiasso intorno alle protesi mammarie, un esperto chiarisce l’aria attorno alla loro sicurezza e precauzioni.

Sì, l’abbiamo detto, il seno è amato da tutti! Tuttavia, alcune donne non sono contente dell’aspetto del loro seno. Tra i molti fattori per il seno cadente o piccolo, per lo più sono genetici, ma la chirurgia, l’invecchiamento o lo stress costante possono influenzarli nel tempo. È qui che entra in gioco l’opzione delle protesi mammarie, comunemente nota come un lavoro sul seno.

Cosa sono le protesi mammarie?

Le protesi mammarie sono dispositivi medici che vengono inseriti chirurgicamente nel tessuto mammario per aumentare le dimensioni del seno.

Tuttavia, le idee sbagliate o i rischi associati all’ottenimento di una procedura di ingrandimento del seno o sollevamento del seno lo rendono una soluzione meno ricercata.

Per approfondire le complicazioni e i rischi coinvolti e per sapere tutto su come ottenere protesi mammarie, HealthShots ha parlato con il dottor Parag Telang, un chirurgo plastico e ricostruttivo certificato dal consiglio.

Ottenere protesi mammarie può comportare anche alcuni rischi. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Il dottor Telang spiega i tre tipi di protesi mammarie:

1. Protesi saline

Hanno un robusto guscio in elastomero di silicone e sono riempiti con una soluzione salina sterile al momento dell’intervento chirurgico.

2. Protesi al silicone

Gli impianti più comuni e preferiti, sono riempiti con un gel di silicone viscoso.

3. Impianti a composizione alternativa

Sono riempiti con riempitivi vari come olio di soia, spago di polipropilene, ma non vengono più prodotti.

Bene! Ma ecco che arriva la domanda più grande!

Le protesi mammarie sono sicure?

Da molti anni, questa procedura rimane una delle procedure cosmetiche più sicure. Le protesi mammarie non solo danno una sensazione naturale, ma c’è anche un cambio di paradigma nel modo in cui le donne iniziano a vedere se stesse. Le donne generalmente optano per le protesi mammarie per ottenere quella che ritengono essere una forma e una dimensione del seno più accattivanti dal punto di vista estetico. Tuttavia, ci sono ancora molte idee sbagliate e miti legati a questa procedura a causa di problemi relativi alla privacy.

“Il trattamento con protesi mammaria ha molti vantaggi per i pazienti, ma aumenta il rischio di una significativa disinformazione nella comunità. Ci sono molti misteri coerenti e tabù che circondano le protesi mammarie e la chirurgia per l’aumento del seno”, afferma il dottor Telang, che è anche il direttore del Designer Bodyz Center per la chirurgia estetica avanzata, Mumbai.

Quali sono le idee sbagliate comuni sulle protesi mammarie?

I miti più comuni che sono legati alle protesi mammarie sono: si sentono naturali? Se gli impianti in gel coesivo hanno una vita dopo la quale si degradano o devono essere cambiati? Interferiscono con la sensazione del capezzolo, l’allattamento al seno? Causano il cancro al seno? Gli impianti possono esplodere o perdere?
Il dottor Telang, titolare di una licenza DHA e HAAD in chirurgia plastica, risponde a tutte queste domande.

SenoCi sono molte idee sbagliate sulla procedura di aumento della bestia. Immagine per gentile concessione: Unsplash

“Sì, si sentono completamente naturali e nessuno riesce a capire che una donna ha degli impianti. Le protesi in gel di silicone coesivo sono quasi a vita e non necessitano di essere cambiate se il paziente non ha dolore o qualsiasi altro sintomo correlato alle protesi. C’è un intorpidimento temporaneo dell’area del capezzolo dopo l’intervento chirurgico che si risolve in poche settimane”, afferma il dottor Telang.

“Gli impianti sono posizionati dietro il muscolo toracico (sottopettorale); non causano interferenze con i dotti mammari e quindi l’allattamento al seno può continuare normalmente. Non c’è stata alcuna associazione causale tra protesi mammarie e neoplasie mammarie. Questi impianti contengono silicone come forma di gel coesivo stabile, non perdono né si rompono e possono resistere a tutti i tipi di pressione senza alcun problema”, aggiunge il dott. Telang.

Quali sono alcuni rischi di ottenere una protesi mammaria?

Tuttavia, la metà delle donne che utilizzano protesi al silicone potrebbe subire una rottura dell’impianto. Ci sono altrettanto alte probabilità che venga migrato in un’altra parte del corpo. Ci sono altri problemi come rotture, perdite e complicazioni mediche come la fibromialgia o un problema alla tiroide. Le protesi saline hanno la loro parte di problemi come infezioni batteriche, ematomi (sanguinamento), perdita temporanea di sensibilità di una parte del seno.

Il dottor Telang suggerisce: “Dopo l’intervento di protesi mammaria, le persone possono incontrare alcune complicazioni come infezioni, accumulo di sieroma (liquido), indurimento delle protesi dovuto alla formazione di una capsula attorno alle protesi, rotazione delle protesi e increspature o pieghe sulle protesi . Le possibilità di infezione saranno minime con l’uso di antibiotici appropriati e una rigorosa attenzione all’asepsi”.

“Il rischio negli impianti anatomici può essere evitato con la massima attenzione durante l’inserimento per evitare che si capovolgano o si spostino lateralmente e questo ha una leggera curva di apprendimento per il chirurgo. Con l’uso di impianti in gel coesivo, anche l’incidenza dell’ondulazione può essere quasi eliminata”, spiega il dott. Telang.

Le protesi mammarie possono causare il cancro?

Attualmente, si discute molto su una complicazione peculiare associata alle protesi al silicone che è un cancro a cellule immunitarie chiamato linfoma anaplastico a grandi cellule (ALCL). Questa è una complicanza estremamente rara e si verifica diversi anni dopo l’intervento chirurgico. Può iniziare come un nuovo gonfiore in uno dei seni e potrebbe non causare altri sintomi.

Tuttavia, questa complicanza è stata osservata in meno di 1 caso su 30.000 ed è stata collegata alla strutturazione sulla superficie delle protesi al silicone. Per prevenire questa complicazione, la maggior parte dei produttori di impianti è passata a una superficie liscia oa una nanostruttura che non è stata collegata a questa particolare complicazione.

Anche se molto è cambiato negli ultimi anni, la popolarità delle protesi mammarie certamente non è cambiata. È una delle procedure molto sicure e dà un enorme impulso all’autostima delle donne che le portano a termine. Fare il grande passo o meno è la tua chiamata, signore. Tuttavia, la popolarità delle protesi mammarie toccherà sicuramente il tetto!

Leave a Reply

Your email address will not be published.