Perché alcune persone eseguono ripetutamente il test RT-PCR?

Se tu o qualcuno che conosci siete risultati positivi continuamente su una RT-PCR, ecco il vero motivo per cui!

I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rivelano che il virus Covid-19 ha infettato oltre 82 milioni di persone e ucciso più di 1,8 milioni in tutto il mondo. Sebbene il virus sia diventato parte della nostra vita oggi, il solo pensiero di essere infettati da tutti i tipi di varianti ci fa rabbrividire e rabbrividire. Come diagnosticare l’infezione? Naturalmente, un test RT-PCT, che aiuta a rilevare materiale genetico da un organismo specifico. Non si può negare che sia accurato e affidabile; ma non può distinguere tra un virus vivo o trasmissibile e un virus morto. Pertanto, i risultati positivi devono essere interpretati da un esperto dopo un’attenta anamnesi ed esame. Ma cosa succede se alcune persone continuano a risultare positive ogni tanto?

Uno di questi casi è emerso in Turchia, dove un uomo è risultato positivo al Covid-19 per 14 mesi consecutivi! A Muzzafer Kayasan, 56 anni, è stato diagnosticato per la prima volta il virus il 19 dicembre 2020 e la diagnosi è risultata positiva 78 volte! Kayasan, che ha anche la leucemia, ha trascorso nove mesi in ospedale e cinque mesi confinato nella sua casa di Istanbul.

Il Covid-19 può avere un impatto a lungo termine, lieve o meno. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

La dottoressa Kirti Sabnis, specialista in malattie infettive, Fortis Hospital, Kalyan e Mulund, dice a HealthShots: “Il tempo di incubazione per Covid-19 varia da 1 a 14 giorni, più comunemente circa cinque giorni. Se sei risultato positivo al coronavirus, di solito devi autoisolarti per 10 giorni. Potresti essere in grado di lasciare l’autoisolamento dopo sette giorni, se vengono soddisfatte determinate condizioni. La positività ricorrente alla RT-PCR è legata alla scarsa clearance del virus da parte dell’organismo, a causa di un sistema immunitario debole”.

Ma perché alcuni pazienti continuano a risultare positivi?

Un motivo significativo per cui Kayasan è ancora risultato positivo è a causa del suo sistema immunitario compromesso. La buona notizia è che il virus potrebbe non essere in una modalità trasmissibile, in cui può infettare gli altri.

“Potrebbe volerci più tempo per riprendersi rispetto ad altri pazienti, perché il suo sistema immunitario impiegherà del tempo per essere pienamente efficace. Questo perché ha la leucemia e c’è anche il suo fattore età”, aggiunge.

Leggi anche: Cura olistica del diabete a casa: ecco come gestire la condizione durante il Covid-19

Dr Merlin Moni, Professore Associato Clinico, Divisione di Malattie Infettive
Amrita Hospital, condivide con Health Shots “Quando eseguiamo la RT-PCR, stiamo controllando l’RNA virale, quindi quello che succede è che quando il paziente diventa sintomatico e il virus si moltiplica e una volta che la persona migliora, la quantità di declino materiale. Una situazione è quando il virus diventa morto, ma alcuni resti sono ancora nella gola, nel naso e nella bocca. La ricerca mostra che il 40 percento delle persone può avere positività all’RNA. Nel secondo caso, il virus può moltiplicarsi a un ritmo lento; questo può accadere in coloro che sono più anziani o in coloro che hanno una bassa immunità”.

risultato positivo ripetutamente su RT-PCRStai al sicuro dal Covid-19 adottando tutte le precauzioni. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Dovresti essere preoccupato per la trasmissibilità del Covid-19?

Una volta che il valore CT supera 30, la trasmissibilità è molto bassa, perché la carica virale è bassa. Non è necessario mettere in quarantena, ma coloro che circondano questa persona che hanno una bassa immunità devono praticare la distanza sociale, afferma il dottor Merlin.

Ai pazienti con positività prolungata alla RT-PCR, se asintomatici, può essere offerto il vaccino Covid-19, a seconda del loro stato immunitario e della somministrazione di altri farmaci.

Leave a Reply

Your email address will not be published.