Qual è l’alopecia areata di cui soffre Jada Pinkett Smith?

L’attore Will Smith ha schiaffeggiato il comico Chris Rock per aver fatto una battuta su sua moglie, lo sguardo calvo di Jada Pinkett Smith agli Oscar 2022, attirando maggiore attenzione sull’alopecia areata, la condizione di cui soffre.

Gli Oscar fanno sempre rumore per le giuste ragioni, oppure no. Bene, questa volta, è successo molto clamore quando l’attore Will Smith ha schiaffeggiato il comico Chris Rock per aver fatto una battuta su sua moglie, l’aspetto calvo di Jada Pinkett Smith. Poiché le persone continuano a prendere posizione su chi aveva ragione o torto, l’incidente ha anche acceso i riflettori sulla condizione di perdita di capelli di Jada chiamata alopecia areata.

È stato nel 2018 che il Matrix Reloaded l’attrice aveva parlato per la prima volta di essere una vittima della malattia autoimmune. Proprio l’anno scorso, è andata su Instagram per pubblicare un video di se stessa calva e ha indicato le varie toppe sulla sua testa. Ha scritto la didascalia: “Mamma dovrà portarlo fino al cuoio capelluto, quindi nessuno pensa che si sia operata al cervello o qualcosa del genere. Io e questa alopecia diventeremo amici… punto!.

Allora, cos’è veramente l’alopecia areata?

Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, l’alopecia areata è una condizione in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi e provoca la caduta dei capelli. Chi soffre di questa condizione spesso si lamenta della caduta dei capelli a piccole chiazze, tanto da poter arrivare anche agli estremi. Il paziente può sperimentare la completa caduta dei capelli sul cuoio capelluto, mentre alcuni possono assisterlo anche nei loro corpi.
Questa condizione potrebbe colpire persone di tutti i sessi, mentre diversi studi di ricerca si verificano più comunemente prima dei 30 anni. Una persona su cinque che ha a che fare con questa condizione ha anche un membro della famiglia, che ha l’alopecia areata. La velocità con cui questa condizione autoimmune è allarmante, poiché progredisce rapidamente prima che una persona inizi a sperimentare una caduta estrema dei capelli.

Il sintomo principale dell’alopecia areata è la caduta dei capelli. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

La condizione può essere classificata in tre tipi:

Rappezzato: La caduta dei capelli si verifica in una o più piccole macchie sul cuoio capelluto o in altre parti del corpo.

Totali: Le persone perdono tutti o quasi tutti i capelli sul cuoio capelluto.

Leggi anche: Sono nato con l’alopecia areata, una malattia incurabile che causa la caduta dei capelli. Questa è la mia storia

Universalis: In questo tipo, c’è una perdita completa o quasi completa di capelli sul cuoio capelluto, sul viso e sul resto del corpo.

L’alopecia areata può essere trattata?

Sfortunatamente, finora non esiste una cura per l’alopecia areata. Tuttavia, i medici suggeriscono alcune soluzioni per aiutare a ripristinare i capelli. La maggior parte dei medici raccomanda l’uso di corticosteroidi, un farmaco antinfiammatorio noto per sopprimere il sistema immunitario dell’individuo colpito.

Ci sono state segnalazioni recenti secondo cui Baricitinib, un inibitore orale, selettivo e reversibile delle Janus chinasi 1 e 2, può interrompere la segnalazione delle citochine implicate nella patogenesi dell’alopecia areata. Queste sono state prove a breve termine; quelli più lunghi sono necessari per dimostrare la loro efficacia.

Ha un impatto sulla tua salute mentale?

L’alopecia areata ha un impatto sulla tua salute mentale, in gran parte a causa dei cambiamenti che sperimenti nel tuo aspetto fisico. Jada Pinkett Smith aveva rivelato pubblicamente le sue condizioni per la prima volta nella sua serie Red Table Talk nel 2018 e l’ha definita “terrificante” da affrontare. Ha anche parlato di come avrebbe trovato “una manciata di capelli”, mentre faceva la doccia. Alla fine si è tagliata i capelli.

alopecia areataLe persone con alopecia areata sono a maggior rischio di sviluppare problemi di salute mentale. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

In questi casi, praticare la cura di sé è fondamentale, ed è ciò in cui Jada crede veramente. In un recente video che ha condiviso sui social media, ha scritto: “Quando smettiamo di fare in modo che il lavoro di qualcun altro ci faccia sentire degni. Quando smettiamo di punirli, umiliarli e incolparli per non amarci in modi in cui non amiamo noi stessi. Le persone amate possono SUPPORTARE l’amore che abbiamo dentro. Non possono essere un SOSTITUTIVO dell’amore che non abbiamo per noi stessi. Senza amor proprio e rispetto… non possiamo riconoscere nessuna forma di amore quando si manifesta”.

“Smettila di pensare che sia compito tuo convincere qualcuno ad amarti. Non è vero! Il tuo trauma ti sta mentendo. Il momento in cui siamo disposti ad assumerci la responsabilità della condizione della nostra vita, del nostro cuore e del nostro spirito… è il momento in cui riprendiamo il nostro potere per creare una vita e uno spirito d’amore che avevamo messo nelle mani di qualcun altro per creare per noi , lei ha aggiunto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.