Questi consigli per la dieta della tubercolosi possono combatterla meglio

Il tuo cibo può svolgere un ruolo fondamentale nel recupero. Quindi, presta attenzione alla tua dieta per la tubercolosi se stai combattendo la malattia.

La tubercolosi è una delle principali preoccupazioni per la salute in India, che nel 2020 guida un gruppo di 8 paesi che hanno rappresentato due terzi dei nuovi casi di tubercolosi. La tubercolosi è una malattia infettiva che di solito colpisce i polmoni. Il batterio che causa la diffusione della malattia quando una persona infetta starnutisce o tossisce. Sebbene il trattamento della malattia possa continuare a lungo termine, una dieta adeguata svolge un ruolo importante per aiutare il corpo a combattere l’infezione in un modo migliore.

Le persone con un sistema immunitario debole corrono un rischio maggiore di contrarre la tubercolosi. Una dieta sana svolge un ruolo importante nel potenziamento dell’immunità e nel rafforzamento dell’organismo e delle difese contro virus e batteri e funge da baluardo preventivo contro la tubercolosi. Questo, unito a pratiche come lo yoga, la meditazione e il Pranayama, liberano le vie respiratorie, riducendo al minimo i rischi di infezioni e allergie nel sistema respiratorio.

Devi essere paziente con il tuo trattamento per la tubercolosi. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Suggerimenti per la gestione della dieta della tubercolosi:

I sintomi della tubercolosi di solito includono debolezza, perdita di peso non intenzionale, affaticamento, tosse e febbre. Tuttavia, con il giusto consumo di alimenti, un paziente affetto da tubercolosi può trarne grandi benefici. Ecco alcuni degli alimenti consigliati per i pazienti con tubercolosi:

1. Alimenti ricchi di proteine

La maggior parte dei pazienti con tubercolosi sperimenta perdita di appetito. Pertanto, è importante che questi pazienti si concedano cibi ricchi di proteine ​​come paneer, pezzi di soia e tofu. Inoltre, il corpo può facilmente assorbire tali alimenti e fornire a una persona l’energia necessaria.

2. Alimenti ipercalorici

Per prevenire un’ulteriore perdita di peso, i pazienti affetti da tubercolosi devono consumare cibi ricchi di calorie e sostanze nutritive. Gli alimenti ricchi di calorie includono porridge di cereali, banana, chikki di arachidi, rava laddoo, grano, ragi, khichdi e così via.

3. Micronutrienti

Le vitamine tra cui A, C, E e D sono fondamentali per un sistema immunitario sano. Le vitamine A, C ed E sono antiossidanti che possono distruggere i radicali liberi e proteggere il corpo dalle malattie croniche. Inoltre, la vitamina D svolge un ruolo importante nella regolazione del sistema immunitario e i pazienti affetti da tubercolosi che non sono in grado di assumere vitamine abbondanti da una dieta sana possono trarre notevoli benefici dall’assunzione di un integratore multivitaminico. Gli alimenti ricchi di vitamine includono carote, arance, papaia, guava, amla, soia, lime dolce, noci e funghi.

Leggi anche: 6 miti sulla tubercolosi a cui dovresti smettere subito di crederci

dieta ricca di proteine ​​per la tubercolosiL’assunzione di proteine ​​ti darà la forza per combattere la tubercolosi. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. Supercibi

I super alimenti come la Spirulina e i funghi possono aiutare ad accelerare il trattamento della tubercolosi e costruire un sistema immunitario più forte. Un singolo cucchiaio di polvere di spirulina secca, contiene 4 grammi di proteine, 11% di vitamina B1, 15% di vitamina B2, 4% di vitamina B3, 21% di rame e 11% di ferro. La Spirulina è un superfood considerando il fatto che una piccola quantità è sufficiente per le esigenze nutrizionali quotidiane di un individuo. I funghi ostrica freschi sono privi di vitamina D, tuttavia, se esposti al sole, questi funghi potrebbero essere un’ottima fonte di vitamina D prontamente disponibile. La vitamina D aiuta i pazienti con tubercolosi a costruire un sistema immunitario più forte per rispondere efficacemente ai farmaci anti-TB.

Il ruolo di yoga, meditazione e Pranayama nella gestione della tubercolosi

Oltre a una dieta per la tubercolosi, le pratiche di meditazione e yoga possono rafforzare il sistema immunitario del corpo. Numerosi studi scientifici sono stati condotti al riguardo. In uno studio che ha coinvolto 2.000 persone che hanno praticato la meditazione trascendentale in 5 anni, si è scoperto che solo la metà delle persone che meditavano finiva in ospedale rispetto a quelle che non lo facevano.

pranayama per la tubercolosiGli esercizi di respirazione possono aiutare ad alleviare i polmoni. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

In un altro studio, è stato scoperto che gli yogi, che praticano la meditazione, erano meno inclini alle infezioni anche se vivevano in luoghi esposti a contaminanti malarici, batterici e virali rispetto agli individui affetti da disturbi nervosi.

La pratica dello yoga e della meditazione è considerata un modo efficace per affrontare i sintomi di questa malattia infettiva e lo yoga migliora anche la capacità polmonare. Lo yoga impartisce forza e flessibilità alla colonna vertebrale, allunga e rafforza i muscoli intorno alla parte superiore del busto e sostiene il sistema respiratorio mantenendo i muscoli respiratori forti e flessibili. La pratica regolare del Pranayama aumenta l’espansione della parete toracica e aiuta i polmoni a lavorare in modo più efficiente inviando ossigeno fresco alle parti più profonde dei polmoni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.