Un esperto risponde alle domande frequenti su questa condizione cronica della pelle

La dermatite atopica è più comune di quanto pensi, ma come affrontarla? Abbiamo tutte le risposte per te proprio qui.

La dermatite atopica (AD) è una malattia cronica che può avere un decorso clinico diverso. È una malattia della pelle comune e spesso persistente che colpisce una percentuale significativa della popolazione mondiale. È un tipo speciale di ipersensibilità allergica associata ad asma, allergie inalanti (febbre da fieno) e dermatite cronica.

È tra i tipi più comuni di malattie della pelle che è caratterizzata da arrossamento e prurito della pelle. Può portare a infiammazioni che possono verificarsi in tutto il corpo, sulle braccia, sulla parte posteriore del collo e sulle gambe.

Prurito e infiammazione sono il risultato della dermatite atopica. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Domande frequenti sulla dermatite atomica

1. Quali sono alcuni dei fattori che possono scatenare la Dermatite Atomica?

Allergie stagionali, esposizione a saponi e detersivi aggressivi e freddo possono essere alcuni fattori probabili. Può anche essere innescato dall’inquinamento e dalla mancanza di umidità nell’aria. Inizia con prurito e arrossamento, per poi progredire in un’eruzione cutanea che potrebbe sanguinare e secernere liquido quando ci si gratta. Il prurito può essere così grave da influire sulle funzioni quotidiane come il sonno e la mancanza di concentrazione. La dermatite atopica è una delle malattie della pelle più gravose al mondo e circa il 10-15% della popolazione indiana ne ha una qualche forma.

2. Quando si verifica la dermatite atopica?

La dermatite atopica può verificarsi a qualsiasi età. Molto spesso colpisce neonati e bambini piccoli. Occasionalmente, può persistere nell’età adulta o può apparire raramente in quel momento. Alcuni pazienti tendono ad avere un decorso prolungato con difficoltà. Nella maggior parte dei casi, ci sono periodi di peggioramento della malattia, chiamati esacerbazioni o riacutizzazioni, seguiti da periodi in cui la pelle migliora o si schiarisce completamente, chiamati remissioni. Molti bambini con dermatite atopica entrano in una remissione permanente della malattia quando invecchiano, sebbene la loro pelle possa rimanere secca e facilmente irritabile.

Questa condizione si manifesta in modo diverso nei diversi individui. Per alcuni pazienti la malattia è più sporadica o stagionale, mentre altri possono avere un decorso più cronico persistente. Nella metà dei casi, esiste insieme all’asma e al raffreddore da fieno. Quindi, le persone con una storia familiare di queste malattie hanno maggiori probabilità di soffrire di AD. Nella maggior parte dei casi l’AD è ereditario ed è una malattia non contagiosa.

asma e dermatite atopicaEsiste un legame tra asma e dermatite atopica. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

3. È più comune tra le persone anziane?

I molteplici cambiamenti nelle persone anziane con un sistema immunitario debole possono portare a una ridotta capacità di difendersi dagli agenti patogeni, il che renderebbe gli anziani più vulnerabili alle infezioni gravi e croniche. Gli anziani con AD tendono ad essere più allergici ai pollini e agli acari della polvere e sono spesso ipersensibili alle miscele di fragranze e ai metalli, come nichel e cobalto. La barriera cutanea si riduce con l’avanzare dell’età, il che può peggiorare l’AD poiché la pelle che invecchia ha più difficoltà a ripararsi rispetto alla pelle più giovane.

4. Che dire del trattamento della dermatite atopica?

Tuttavia, attualmente non esiste una cura per questo, ma ci sono poche opzioni di trattamento che possono aiutare una persona a gestire i sintomi della dermatite atopica. Creme medicate o farmaci per via orale per idratare la pelle possono aiutare a ridurre il prurito e alleviare l’infiammazione. La terapia con impacco umido può aiutare a migliorare i sintomi della dermatite atopica aumentando l’umidità della pelle di una persona. Le persone con un caso grave di questa condizione possono anche beneficiare della terapia della luce ultravioletta (UV). Si è riscontrato che il 70% delle persone con questa condizione vede un miglioramento dei sintomi dopo aver subito la fototerapia. L’UVB aiuta a ridurre il prurito e l’infiammazione e incoraggia il corpo a creare vitamina D. Può anche aiutare la pelle a combattere i batteri per prevenire le infezioni.

Leggi anche: L’eczema potrebbe essere collegato a ormoni sessuali scarsamente regolati. Voglia di saperne di più?

olio di coccoUsa l’olio di cocco per alleviare il prurito. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Alcune misure generali possono anche aiutare ad alleviare i sintomi della dermatite atopica, come l’uso di creme idratanti naturali, ad esempio l’olio di cocco e di girasole aiutano a trattenere l’umidità e alleviare il prurito. Fare il bagno ogni giorno è essenziale per la Dermatite Atopica in quanto aiuta a mantenere la pelle idratata e previene le infezioni. Si possono adottare vari metodi di cura della pelle per aiutare a ridurre i sintomi della condizione. Evita la lana, che può irritare la pelle, evita saponi e detersivi aggressivi e prodotti che contengono profumi, coloranti o fragranze ed evita di strofinare la pelle secca per troppo tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.